La Primavera di Gaia

La primavera mi permette di stare più tempo all’aria aperta e di respirare i profumi della natura. Il paesaggio è schieto di diverse colonne di fiori, sbocciati da poco,pieni di colori e di gioia, richiamano l’attenzione del sole che esce timido da dietro le nuvole e con i suoi raggi riscalda l’enorme coperta verde. Li sono piantati alberi protetti da da robusti tronchi. Sui rami posano teneri uccellini che cantano piacevoli melodie,sono protetti dal sole dalle coloratissime chiome, che sembrano parrucche. I fiori di ciliegio sono simili a campanelline, che vengono mosse dal vento.

Ogni tanto si intravedono scoiattoli che saltano da un ramoscello all’altro muovendosi in una velocità incredibile. Dall’orizzonte si intravedono stormi di rondini che seguono nel cielo le scie degli aerei, conducendole nei posti più caldi.